Posts Tagged ‘politica’

A chi serve l’università?

dicembre 16, 2014

L’idea che l’università debba preparare al mondo del lavoro rientra in una visione aziendalistica che mette gli atenei sullo stesso piano di un ufficio di collocamento. Il problema del lavoro è una questione politica a cui l’università può contribuire facendo ricerca e preparando al meglio i propri studenti. Non solo per il lavoro, possibilmente per la vita.

Annunci

Per una nuova Taranto

novembre 30, 2012

201210071156-800-Ilva-Taranto

Nella vicenda Ilva lo stato italiano interviene ancora una volta dimostrando indifferenza nei confronti del Sud. Pensando che il problema sia la risoluzione dei rapporti tra produzione e lavoro si certifica un atteggiamento volto ad esaudire esclusivamente le esigenze della speculazione. Al contrario il nodo centrale di tutta la vicenda è dare voce a quegli operai e a quei cittadini che sono trattati ingiustamente come la periferia geografica e sociale di un regime basato su una economia di rapina, di sfruttamento e di spoliazione del territorio. Solo in seconda istanza vi è un problema ambientale. Vi è innanzitutto una questione progettuale, dunque politica, da porre. La soluzione non è un’autorizzazione a delinquere che sblocchi il sequestro, ma avere la capacità di mettere in campo tutte le forze creative, progettuali e sperimentali per immaginare, una città differente, una fabbrica efficiente, un nuovo paesaggio urbano ed industriale, un modello di vita ecologico e più sostenibile di quello attuale. Quello che manca alla città di Taranto non è un decreto che regoli le emissioni della produzione, ma un progetto da sappia immaginare una nuova città e nuove relazioni con i paesaggi del lavoro.  Ripensare la città e la produzione vuol dire investire in tecnologie e fare di Taranto una città più vivibile. Il problema ambientale è parte di quello politico, per questo non possiamo tollerare che il governo italiano abbia come sola meta la risoluzione dell’inquinamento derivante dalla produzione. Per questo pensiamo che non basti bonificare se non si riprogetta urgentemente il territorio di Taranto, la sua città e il suo mare. Purtroppo nè questo governo, nè i proprietari dell’Ilva si sono dimostrati capaci di poterlo e saperlo fare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: