Posts Tagged ‘Alpi’

Peak: Un mondo al limite

gennaio 25, 2014
Regia Hannes Lang
Sceneggiatura Hannes Lang, Mareike Wegener
Fotografia Thilo Schmidt, Hajo Schomerus
Montaggio Stefan Stabenow
Suono in presa diretta Peter Rösner
Organizzatore Heino Herrenbrück
Produttore delegato Jörg Schneider
Prodotto da Titus Kreyenberg e Mario Mazzarotto
Una produzione unafilm e Movimento Film
In collaborazione con ZDF / Das kleine Fernsehspiel
Con il sostegno di Film und Medien Stiftung NRW,
DFFF, BLS Südtirol Alto Adige e
Provincia Autonoma Bolzano-Alto Adige/Assessorato
alla Cultura Tedesca/Ufficio di Media Audiovisivi

Le montagne ci attraggono e ci conquistano. A centinaia di migliaia i turisti giungono nel bianco paradiso delle montagne innevate.
 E le Alpi offrono un aspetto in continua evoluzione.
La ricerca del paradiso in terra è antica quanto l’uomo. Per avere anche solo una fugace immagine di paradiso attraversiamo interi continenti, esploriamo i più remoti angoli della terra, ci immergiamo nelle profondità del mare e scaliamo le cime più impervie.
 Ormai anche nei luoghi più selvaggi si è diffuso il turismo di massa, lasciando tracce indelebili nel paesaggio.
E dunque il paradiso terrestre è in difficoltà.
A causa dei cambiamenti climatici e della mancanza di neve è stato necessario sviluppare imponenti mezzi tecnologici per produrre un paesaggio ideale svincolato dagli eventi di natura: le macchine scavano la terra, si creano sale computerizzate nel cuore dei monti, si innalzano torri, si allungano a terra tubi e cavi, gli spandi neve artificiale imbiancano incessantemente le piste.
Il paesaggio delle Alpi è ormai divenuto uno sconcertante ibrido di tecnologia e natura. Le stazioni sciistiche tendono ad aggiornare continuamente le loro tecniche: se così non fosse, il flusso turistico si arresterebbe bruscamente. Ma là dove maggiori sono i cambiamenti che l’habitat subisce, tanto più la bellezza viene addomesticata e rapidamente sparisce ai nostri occhi.
 Il film documentario »PEAK – un mondo al limite« ha osservato per un intero anno questo processo di trasformazione delle Alpi, scoprendo tutto ciò che è abitualmente nascosto ai turisti invernali sotto uno spesso manto di neve artificiale.
 Il film segue le modifiche del paesaggio e le tracce inestinguibili lasciate dalle invasioni degli uomini.
 »PEAK – un mondo al limite« pone anche alcune domande: sul rapporto che deve essere mantenuto tra natura e tecnologia, su quanto il paesaggio possa essere artificiale, o, in altri termini, quanto la neve artificiale debba somigliare a quella naturale per soddisfare e giustificare l’antichissimo bisogno degli uomini di un paradiso terrestre.
Sinossi tratta da:
http://www.peak-ilfilm.it/Synopsis.html
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: